Parabola

Metteur en scène :

Résumé (italien) : Rivisitazione di una parabola lucana, PARABOLE di José Pliya è una tragedia moderna che si interroga sul ruolo dell’uomo nel mondo, sul posto che egli lascia al fratello, sulla funzione che accorda a Dio e sulla libertà che Questi concede. E una pièce che inizia con il ritorno del figliol prodigo e si conclude con l’uccisione di Caino, in cui il bisogno di amore si tramuta in pulsione di morte.

Pur inquadrandosi in quell’antichità mitica e mediorientale in cui gli uomini si esprimevano con parabole, nel mondo biblico evocato sia dalle citazioni tratte dal Libro che dai paesaggi, dai nomi delle città, questo dramma dal linguaggio a-temporale, limpido, poetico è attuale e universale, poiché si interressa alle costanti dell’animo umano che attraversano le apoche e le latitudini e che sono incarnate da tre personaggi che non hanno nome né età ed esistono l’uno in funzione degli altri due, nelle loro mutue relazioni: padre, fratello maggiore, fratello minore.

La forza di ogni personaggio risiede più nei silenzi che nelle parole. Ciò che è taciuto è carico di suggestioni.